Indirizzo: Via Roma, 16    

Chiesa Madonna del Rinfresco

La chiesa venne edificata dal parroco Giacomo De Piris nel 1521 a seguito dell’apparizione leggendaria ad un’anziana signora del luogo. Si narra che la donna stanca dal lavoro invocò la Verine, la quale le apparve e le chiese di scavare un pozzo per benedire quella terra bagnata da troppo sangue umano. Cento anni prima, nel 1462, ci fu un sanguinoso assedio ad opera dell’esercito aragonese e proprio in quel luogo sorgeva la Giudecca, l’antico quartiere ebraico.

Dell’originario splendore della chiesetta non rimane nulla a causa di un incendio avvenuto a metà dell’ottocento, fu ricostruita ed al suo interno si può ammirare un pozzo da cui, nel mese di maggio di ogni anno, sgorga dell’acqua.

Dinanzi a questa antica chiesetta il martedì dopo Pentecoste del 1737, il Beato Angelo accolse la statua della Vergine Addolorata consegnandola, come sua protettrice, al popolo di Acri. La statua restaurata è custodita nella Chiesa piccola del Beato Angelo.

Ancora oggi gli acresi, nel mese di maggio, pregano e portano in processione, per le vie della città, una copia della statua della Vergine Addolorata chiamata ‘Madonna dei Bisogni’.

Torna all'inizio dei contenuti